Tutti i post con il tag: brand awareness

Perchè i Brand Ambassador sono più efficaci di qualunque pubblicità

Di sicuro questo termine vi suona familiare, o magari vi calza anche a pennello perché sareste perfetti per questo ruolo, oppure lo siete già. Con una storia che ci riporta indietro addirittura al 1870, quando alcuni grandi aziende dell’epoca cominciavano a distribuire quelli che oggi chiamiamo “prodotti brandizzati”, i Brand Ambassador possono essere definiti la naturale evoluzione di quel processo commerciale che ha visto nascere il brand management per mano di compagnie come Procter & Gamble, General Foods o Unilever dopo la Grande Depressione del ’29. Se state pensando a nomi come Kim Kardashian o Justin Bieber avete ragione, anche loro sono (o sono stati) ambasciatori di grossi brand, ma qui vogliamo parlare di un altro tipo di brand ambassador, uno meno famoso ma a volte anche più efficace. Le persone, i consumatori, si fidano di altri consumatori. Pensate a TripAdvisor: ormai non si entra quasi più in un ristorante che non si conosce senza aver prima dato un’occhiata alle recensioni di chi ci è già stato. Lo stesso vale (anche se in minor misura) …

Perchè un pop up store fa bene al tuo brand

“Chissà com’è dal vivo…” Quante volte vi siete posti questa domanda non solo guardando in tv il vostro attore preferito, ma anche un capo d’abbigliamento trovato su un sito di e-commerce o un gadget futuristico che improvvisamente volete a tutti i costi? Lo shopping online si sa, non stupisce più nessuno: basti pensare che nel 2015 la spesa europea prevista per gli acquisti tramite e-commerce è di €185 miliardi, con una crescita del 18% rispetto all’anno precedente.  Ma resta vero il fatto che nessun sito web può offrire un’esperienza diretta, per cui se “un’immagine vale più di mille parole”, allora toccare con mano vale più di tutto. Non si tratta di scegliere: si tratta di integrare. Un brand senza una presenza online non ha molte chance di farsi conoscere, né di allargare il proprio bacino di utenti/consumatori al di là delle distanze fisiche. Per cui un’identità online di alto livello è praticamente obbligatoria. Tanto quanto lo è non dimenticarsi di esistere anche fuori dall’etere (e se persino Amazon l’ha capito, c’è un motivo). Un modo intelligente …